La sfida in terra ungherese non ha riservato le soddisfazioni auspicate alla vigilia per RP Motorsport. Il quinto appuntamento stagionale di Euroformula Open ha visto infatti il team piacentino protagonista di una costante escalation verso le parti alte della classifica nel corso della fine settimana, senza però riuscire a concretizzare il proprio potenziale a causa di una serie di circostanze poco fortunate.

Dopo aver regalato alla scuderia diretta da Niki Rocca e Fabio Pampado un piazzamento in zona punti al termine di gara-1, Javier Gonzalez si è reso autore di una prestazione maiuscola durante le battute iniziali della seconda manche, mantenendo la quinta posizione assoluta e la vetta della classifica riservata ai debuttanti. Un sogno che però si è interrotto troppo presto: una piccola sbavatura in uscita da curva 6 è costata carissima al pilota messicano, il quale ha danneggiato l’ala anteriore venendo costretto al rientro ai box.

Un episodio che di fatto ha compromesso quanto di buono costruito sino a quel momento, visto che Gonzalez non ha potuto fare altro che accodarsi al gruppo dopo aver perso secondi preziosi in pit-lane per la sostituzione dell’ala. Rimane una prestazione comunque ampiamente incoraggiante, che ha visto il pilota messicano autore di una costante crescita nel corso del week-end: dopo essere scattato dalla sesta fila dello schieramento in gara-1, Gonzalez ha infatti chiuso al nono posto assoluto la prima manche, confermando la propria escalation l’indomani grazie al settimo tempo ottenuto al termine della seconda sessione di qualifica.

Peccato che in pochi secondi il risultato finale sia stato compromesso da un episodio di gara, trasformando quello che sarebbe potuto essere il miglior risultato stagionale in una cocente delusione. Resta comunque la fiducia e l’ottimismo per il progressivo avvicinamento del team alle posizioni di vertice, con distacchi di volta in volta sempre più ridotti dalla vetta ed indicazioni che lasciano ben sperare in vista del prossimo round, in programma tra meno di una settimana al Red Bull Ring.

Da dimenticare invece il week-end dell’altro pilota del team, Pierre-Louis Chovet: a condizionare le sue prestazioni ci ha pensato infatti una brutta caduta in bicicletta verificatasi subito prima del week-end durante un allenamento. Il giovane francese non è riuscito quindi a esprimersi sui propri livelli, riuscendo comunque a conquistare il 13° posto in gara-1 prima di dover alzare bandiera bianca l’indomani al termine delle qualifiche.

Per RP Motorsport ci sarà comunque l’occasione per potersi subito rifare: il prossimo fine settimana è infatti previsto il sesto round stagionale di Euroformula Open, in programma sul tracciato austriaco del Red Bull Ring. In una sfida che si preannuncia serratissima, il team piacentino punta a proseguire la propria scalata verso la vetta della classifica, in un tentativo di rincorsa non certo facile ma che continuerà a vedere tutti gli uomini del team impegnati al 100% per tornare a competere nelle prime posizioni del campionato.