Una vera e propria stagione da record non poteva che concludersi con l’ennesimo doppio trionfo per RP Motorsport. Il week-end finale dell’Euroformula Open, andato in scena sul circuito catalano di Montmelò, ha visto il neo-campione della serie Felipe Drugovich assicurarsi un’altra perentoria doppietta, portando a 14 il numero dei successi colti quest’anno (su 16 gare disputate) e salendo a quota 15 centri personali se si considera anche il trionfo conquistato al proprio esordio lo scorso anno proprio nel round di Barcellona.

Numeri che hanno consentito al pilota brasiliano di stabilire il nuovo record di successi nella categoria, superando così il precedente primato stabilito nel 2014 da Sandy Stuvik, anch’egli laureatosi campione con RP Motorsport. In aggiunta a questo successo, Drugovich (oltre al titolo assoluto, conquistato già a Monza con quattro prove d’anticipo) si è aggiudicato anche il trono della Formula 3 spagnola, mentre la scuderia piacentina ha conquistato anche la graduatoria riservata ai team con ben 78 lunghezze di margine nei confronti degli inseguitori.

Un’annata pressoché perfetta, che ha visto il giovane driver di Maringà recitare ancora una volta un ruolo da protagonista anche nell’appuntamento catalano: scattato dalla seconda piazza nella prima manche, si è reso autore dopo pochi giri di un magnifico attacco all’esterno di curva 4 nei confronti di Marcos Siebert, conducendo poi in porto la propria gara dopo aver siglato anche il giro più veloce. Nella seconda prova, è stato abile nel sorprendere allo start il poleman Viscaal, riuscendo a respingerne gli attacchi e mantenendo la testa delle operazioni sino alla bandiera a scacchi.

Ma note positive sono giunte anche dagli altri portacolori del team RP Motorsport: David Schumacher ha messo in mostra una grande crescita dopo l’esordio di Jerez, collezionando un doppio quarto posto nella classifica assoluta e cogliendo per due volte la piazza d’onore nella classifica riservata ai rookie. Il figlio di Ralf è riuscito a mantenersi costantemente nel gruppo di testa, realizzando delle ottime prestazioni sia sul giro singolo che sul passo gara, considerando la sua limitata esperienza al volante della Dallara F312-Toyota. Bel finale di campionato anche per Guilherme Samaia, capace di cogliere un quinto ed un sesto posto nelle due gare, grazie ai quali è riuscito a conquistare la sesta posizione finale in graduatoria con 94 punti. Il giovanissimo statunitense Kaylen Frederick, alla sua seconda apparizione in Euroformula Open (la prima sul circuito catalano) ha fatto vedere lampi del suo talento, ottenendo un settimo ed un ottavo posto sotto la bandiera a scacchi: risultati che avrebbero potuto essere decisamente migliori senza qualche piccola sbavatura commessa nelle fasi di bagarre, ma assolutamente comprensibili visto il suo recente approccio alla nuova realtà europea. Infine, Alessandro Bracalente ha badato ad accumulare preziosa esperienza nel suo week-end d’esordio nella serie: il campione in carica della F2000 Italian Trophy ha progressivamente migliorato le sue performance, e solo uno sfortunato contatto in gara-2 gli ha impedito di potersela giocare alla pari con il lotto dei più esperti antagonisti.

Niki Rocca (Team Manager RP Motorsport): “Siamo molto contenti di aver concluso la nostra stagione con questo doppio successo. Il nuovo record realizzato da Felipe dimostra, semmai ce ne fosse stato bisogno, la nostra capacità di rimanere al vertice di questa categoria nel corso degli anni, visto che il precedente primato apparteneva proprio ad un nostro pilota. Vedere che nella classifica all-time dei piloti più vittoriosi di questo campionato vi siano tre piloti che hanno corso con i colori di RP Motorsport (Drugovich, Stuvik e Scott, ndr) rappresenta per noi un motivo di grande orgoglio. Vorrei sottolineare anche il bel week-end di David Schumacher, il quale ha dimostrato di sapersi da subito inserire tra i migliori piloti della categoria, così come l’ottimo lavoro portato avanti da Guilherme, Kaylen e Alessandro, tutti ragazzi molto disponibili e professionali. Un ringraziamento va a tutto il team per l’egregio lavoro svolto nel corso di questa stagione: ancora una volta è stato un successo di squadra, reso possibile grazie al quotidiano lavoro che gli uomini e le donne di RP Motorsport portano avanti con passione e tenacia. Ovviamente, siamo già al lavoro per il prossimo anno, con l’obiettivo di continuare a confermarci su questi livelli”.

Per ulteriori informazioni è possibile seguire i canali Social (Facebook, Twitter e Instagram) del team e il sito www.rpmotorsport.org.