Dopo quasi un mese di pausa, l’Euroformula Open è pronta per tornare in azione per il quinto appuntamento stagionale sul tortuoso circuito ungherese che sorge alla porte di Budapest. Il team campione in carica RP Motorsport, dopo essere rientrato in occasione del round precedente con i nuovi propulsori Spiess, è pronto per lanciare il proprio guanto di sfida con le vetture affidate al messicano Javier Gonzalez e al francese Pierre-Louis Chovet.

L’obiettivo per il week-end in terra magiara è indubbiamente quello di proseguire la propria escalation verso le posizioni di vertice, iniziata già a partire dall’appuntamento svoltosi sul circuito di Spa Francorchamps ed evidenziatasi grazie al settimo posto colto da Gonzalez in gara-1 ed al nono di Chovet nella seconda manche.

Nel corso di queste ultime settimane il team piacentino ha lavorato duramente per elaborare i riscontri emersi in occasione del fine settimana sul circuito belga, proseguendo il processo di adattamento dei nuovi motori al telaio Dallara: il tutto nell’intento di presentarsi nel migliore dei modi al back-to-back che vedrà la carovana dell’Euroformula Open spostarsi rapidamente dall’Ungheria all’Austria, per la sfida in programma sul circuito del Red Bull Ring nel week-end successivo.

Il tracciato dell’Hungaroring si presenta come il più tortuoso tra quelli presenti in calendario: lungo 4381 metri, esso è stato inaugurato nel 1986 e da allora ospita ininterrottamente anche il Gran Premio d’Ungheria di Formula 1. Divenuto nel corso delle ultime stagioni una presenza fissa anche per l’Euroformula Open, quest’anno rappresenta il vero e proprio giro di boa del calendario, trattandosi del quinto round sui dieci complessivamente previsti.

RP Motorsport arriva a questo appuntamento con una situazione di classifica sicuramente deficitaria, essendo stata costretta a saltare due dei week-end previsti a causa della necessità di cambiare la motorizzazione delle proprie vetture: una scelta dolorosa ma inevitabile, che ora consentirà al team campione in carica di lavorare serenamente con l’obiettivo di tornare al più presto nelle posizione che gli competono.

Niki Rocca (Team Manager RP Motorsport): “Ci attendiamo delle risposte importanti dall’Hungaroring, un circuito con delle caratteristiche per certi versi agli antipodi rispetto a quelle di Spa. Abbiamo lavorato senza sosta nel corso delle ultime settimane e siamo fiduciosi di aver effettuato un ulteriore step in avanti: adesso ci attende un periodo molto impegnativo, poiché avremo in rapida sequenza gli appuntamenti in Ungheria e Austria prima della pausa estiva. I nostri piloti sono entrambi molto carichi e affamati di successo: stanno dimostrando molta maturità nella metodologia di lavoro, fornendo il proprio contributo al team. Anche la squadra è vogliosa di tornare a respirare l’aria delle posizioni che contano, dopo un inizio di campionato complicato: gli elementi ci sono tutti e, anche se sappiamo che non sarà facile, toccherà a noi farci trovare pronti al momento giusto”.

Il programma del week-end prevede nella giornata di Venerdì 5 Luglio lo svolgimento delle sessioni di prove libere, mentre l’indomani la sfida con il cronometro inizierà alle ore 10:40 con la sessione di qualifica volta a determinare lo schieramento di partenza di gara-1, quest’ultima con lo start previsto alle ore 15:00. Domenica 7 Luglio, dopo la seconda sessione di qualifica (ore 9:00), avrà luogo la seconda manche del week-end, con spegnimento dei semafori alle 13:00 per una distanza complessiva di 17 tornate.

Per ulteriori informazioni è possibile seguire i canali Social (Facebook, Twitter e Instagram) del team e il sito www.rpmotorsport.org.